Introduzione

Prima di scrivere una programmazione ogni preparatore dovrebbe aver effettuato un’attenta analisi dei bisogni del proprio sport.

Cos’è l’analisi dei bisogni e perché farla?

L’analisi dei bisogni è un processo che mira a determinare quali qualità sono necessarie per l’atleta, lo sport, o una combinazione di entrambi.

Procedere nell’analisi permette al preparatore di capire quali sono le capacità fisiche per l’atleta per performare al meglio nella propria disciplina.

In sintesi, un’analisi ben fatta porta a:

  1. Miglioramento della performance
  2. Riduzione degli Infortuni

Come si fa?

L’analisi dei bisogni è costituita fondamentalmente da tre sezioni:

  1. Analisi bisogni orientata allo sport:
    1. Analisi dello sport: Di che sport si tratta, su che superficie si gioca (acqua, sabbia, terra…), livello della competizione, durata, regolamento (tempi, numero giocatori…), si calcia o si lancia, quanto si corre…
    2. Analisi infortuni: Gli infortuni più comuni, la correlazione con il ruolo e la frequenza.
    3. Analisi Biomeccanica:
      1. Cinematica: Sprint, traslazioni, salti, placcaggi, jogging…
      2. Cinetica: profilo forza-velocità, RFD, profilo forza-tempo…
    4. Analisi Sistemi energetici:
      1. Aerobico: media frequenza cardiaca, massima FC, VO2 max, distanza totale …
      2. Anaerobico: soglia anaerobica, potenza anaerobica, capacità anaerobica, sprint totali, frequenza sprint, totale salti, totale cambi di direzione …
  2. Analisi dell’atleta:
    1. Analizzare l’atleta significa condurre test sulla performance ma anche raccogliere dati riguardanti la sua crescita, la sua storia personale e i suoi dati antropometrici.
    2. Lo scopo è analizzare le debolezze e i punti di forza dell’atleta.
  3. Analisi Comparativa:
    1. In questa fase andiamo a comparare i risultati raccolti durante l’analisi dell’atleta, con i dati del modello dello sport.

Un esempio di ciò che dovreste aver creato a questo punto:

Analisi movimenti Basket (credits to https://www.scienceforsport.com/)
Analisi Comparativa(credits to https://www.scienceforsport.com/)

Dove trovare i dati?

Lo so, è tutto bello quello che ho scritto sopra. Ma voi vi starete sicuramente domandando dove trovare tutti i dati di riferimento. Esistono diverse opzioni. Vediamole nel dettaglio:

1- Ricerca paper scientifici: per avere dati approfonditi sulla performance la cosa migliore è cercare le ricerche fatte all’interno di portali come PubMed o Google Scholar. Negli anni sono state condotte ricerche nei diversi sport volte a determinare quali siano i valori ricorrenti all’interno delle varie performance d’elite

2- Analisi video: questo è un metodo molto più empirico e sicuramente meno preciso ma è un ottimo modo di vedere quali siano i valori della performance della propria squadra. Attraverso un’analisi video è facilmente individuare, ad esempio, il rapporto tra tempi di lavoro e riposo, il numero di cambi direzione ecc…

Conclusioni

Costruire un modello basato sui bisogni dello sport è il primo passo per scrivere un programma di allenamento di successo.

Se è vero che possiamo vedere una programmazione come le indicazioni che ci portano da A a B, è sicuramente vero che il modello di analisi dei bisogni dello sport ci fornisce sia le coordinate del punto A che del punto B.

Iniziare una programmazione senza un’adeguata analisi dello sport ci farebbe navigare alla cieca.


Bibliografia:

https://www.scienceforsport.com/needs-analysis/

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog By Davide Rizzello

Blog di divulgazione di tematiche riguardanti il mondo dell’allenamento e della preparazione atletica.

Commenti recenti